Eclettismo musicale: To the Bone – Steven Wilson

Steven Wilson rappresenta, in ambito musicale, la varietà di genere e competenza a cui un musicista può aspirare di giungere nella sua carriera. Dai Porcupine Tree ai side-project, dall’alternative al progressive rock, dai lavori con gli Opeth fino alla carriera da solista, quest’oggi analizziamo, grazie al contributo di Cesario Marino, una carriera “eclettica”, che si realizza nell’ultimo, recente, album – pubblicato il 18 Agosto 2017. 


Per Steven Wilson dopo “Hand. Cannot. Erase.” (per quanto riguarda gli album in studio) è il turno di “To the Bone”, pubblicato il 18 Agosto 2017.
Il disco è stato anticipato dal singolo “Pariah”, uscito lo scorso Maggio.
A “Pariah” sono susseguiti altri 4 singoli, tutti diversi tra loro: “The Same Asylum as Before”, “Song of I”, “Permanating” e “Refuge”.

5

Con soli 5 brani, Wilson ha fatto capire ai propri fan di aver qualcosa in comune a Cicerone: l’eclettismo, in questo caso musicale.
Dopo l’Alternative Rock del primo album, “Insurgents”, il puro e spettacolare Rock Progressivo di “The Raven That Refused to Sing (And Other Stories)”, quello Elettronico di “Hand. Cannot. Erase.” e quello Psichedelico, ispirato ai Pink Floyd, di “Grace for Drowning”, Wilson decide di cambiare “di molto ma non troppo”.
Si tratta di Art/Pop Rock che molti hanno ritrovato in Peter Gabriel, Talk Talk, Tears for Fears o nei Genesis.
La verità è che l’ex frontman dei Porcupine Tree riesce a omaggiare altri artisti senza essere mai ripetitivo e mai banale.
Si tratta di un cambiamento sì spiazzante, ma forte di quella nostalgia che ha guidato è ispirato l’artista da frontman e da solista.

5.jpeg

Questo nuovo approccio ha letteralmente spaccato in due i fan: c’è chi nel cambiamento vede la volontà di Wilson di adattarsi agli stilemi odierni, come una sorta di compromesso storico, e chi, invece, vede l’ennesimo esperimento (ben riuscito, a nostro parere) simbolo di un artista che vuol mettersi continuamente in gioco, superando ogni volta se stesso, da buon colto musicofilo.
Non dimentichiamoci del fatto che con i Porcupine Tree fu criticato, nel 2002, all’uscita dell’album “In Absentia” a causa di sonorità troppo dure, simili al metal; l’album adesso viene considerato un vero e proprio capolavoro, simbolo del Progressive degli anni 2000.
Tornando a “To the Bone”, oltre alle sonorità ne vanno apprezzati i testi e le tematiche trattate. In “Pariah”, ad esempio, Wilson critica la società moderna e l’incessante ascesa dei social network;
“Refuge” ci racconta, con malinconia e cruda realtà, la situazione dei cittadini siriani e critica i fondamentalismi religiosi;
“Nowhere Now” tratta il tema della riflessione, la volontà di molti di fuggire dalla realtà per “unirsi alle nuvole” e avere un dialogo (quasi socratico, “due in uno”) con la propria coscienza.
Molti altri sono i temi, che confermano quanto Wilson sia uno dei migliori “songwriter” in circolazione.
Numerosi gli artisti che hanno collaborato al making dell’album, tra cui Nick Beggs al basso, Ninet Tayeb cori e voce, Adam Holzman al piano e alle tastiere e molti altri.
Dunque, ennesima vittoria di Wilson e del suo genio musicale.
Adesso, attendiamo incessantemente l’inizio del tour che lo vedrà in Italia a Milano e a Roma rispettivamente il 9 e 10 Febbraio del 2018.

5.jpeg

Tracklist:
1. To The Bone
2. Nowhere Now
3. Pariah
4. The Same Asylum As Before
5. Refuge
6. Permanating
7. Blank Tapes
8. People Who Eat Darkness
9. Song Of I
10. Detonation
11. Song Of Unborn

Etichetta: Caroline Records
Voto
: 3,5/5


di Cesario Marino

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...